Blog di Dante Paolo Ferraris

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

La fabbrica dietro l'angolo

E-mail Stampa PDF
solvayHa appena smesso di piovere, il cielo è ancora plumbeo e l'aria è fresca. Le pozzanghere che incontriamo per strada sembrano piccoli laghi, il vento che vi soffia sopra sembra costruire lunghe ed alte onde. Esso ha fatto cadere le ultime foglie, ormai ingiallite da un autunno precoce, accartocciandole lungo il marciapiedi. Non vi è molta coda davanti all'ingresso dello stabilimento. Ci accolgono dei giovani ragazzi, in divisa da custode. Le uniformi sembrano appena uscite dalla sartoria, si nota come questi giovani ragazzi, forse neoassunti, non siano abituati a stare con una camicia inamidata con tanto di cravatta, giacca e per di più berretto con visiera. Ci accolgono con un sorriso e un cordiale benvenuto, consegnandoci una piantina e un programma della visita allo stabilimento.
Leggi tutto...
 

Luci ed ombre a Torino (XLIV parte)

E-mail Stampa PDF
Petunia DursleyRiprendo la mia passeggiata verso via Milano. Mi fermo all'angolo tra l'attuale via Milano e via Corte d'Appello dove una volta c'era una pietra lucida, levigata dall'uso, era il "masso dei falliti". La gogna per i debitori e i banchieri. Gli insolventi erano fatti sedere sulla dura pietra, e dopo la lettura della sentenza e della condanna il debitore veniva fatto sbattere con il sedere sulla pietra, tra il pubblico ludibrio.
La storia ci racconta che il termine bancarotta, nasce dalla rottura della panca di legno che a colpi di sedere il fallito doveva rompere per ripetere simbolicamente il suo reato.
Leggi tutto...
 

La rivoluzione della pancetta

E-mail Stampa PDF
pancettaUna giornata sul lungo mare di Varazze, era quello che mi serviva per dimenticare i problemi del mio quotidiano.
Non ho nessuna intenzione di scendere in spiaggia, io e l'acqua del mare abbiamo un grandioso e bellissimo odio-amore. Il mare e la spiaggia mi attirano tantissimo ma in contemporanea l'acqua mi fa assai paura, una fobia che mi porto appresso da piccolo e che non sono mai riuscito a vincere. Eppure tante volte sono stato in spiaggia, ma raramente mi sono allontanato dal bagnasciuga. Comodamente seduto osservo i bagnanti e non posso non commentare tra me e me, una tendenza, ancora in voga e di cui le riviste patinate di gossip, ne fanno purtroppo ancora grande pubblicità. Si, parlo degli uomini che amavano ed amano ancora mostrare un addome tartarugoso. Passi per i giovani ragazzi e i virgulti ma, l'ho sempre ritenuto ridicolo soprattutto per quelli della mia età.
Leggi tutto...
 

La terra degli dei (IV parte)

E-mail Stampa PDF
greciaRiprendiamo il nostro viaggio nel Peloponneso centrale. Vogliamo attraversare tutta l'Arcadia per raggiungere Nauplia. È un territorio montuoso, dal clima aspro e poco adatto all'agricoltura. La piccola strada passa attraverso un paesaggio ameno, abitato per la maggior parte da pastori e da contadini. È un terreno scarsamente coltivato se non con brevi appezzamenti di cereali e vite. È un paese montuoso, dalla terra chiara che contrasta con l'ombra di lecci e di altri poveri arbusti che fanno da corona alla nostra strada. I rari cartelli stradali indicano gli abitati di Langàdia, Levidi, Saliva e Tripoli. La strada è un biscione d'asfalto pieno di curve, attraversata da diverse mulattiere.
Leggi tutto...
 

Luci ed ombre a Torino (XLII parte)

E-mail Stampa PDF
Cedric DiggorySempre accompagnato da Alastor Moody facciamo visita alla chiesa dello Spirito Santo, sfruttando l'occasione dell'apertura di questa chiesa da parte di volontari del Touring Club Italiano per l'iniziativa "Aperti per voi". Infatti molte volte vi ero passato davanti, trovando sempre la cancellata davanti al sagrato della chiesa chiusa.
Nell'area dove si trova oggi la chiesa del Corpus Domini e dello Spirito Santo esisteva nel cinquecento una chiesetta a pianta rettangolare e ad abside trilobata dedicata a san Silvestro. Accanto a questa chiesetta vi era un'edicola dedicata al Santissimo Sacramento, edificata su disegno del Sannicheli del 1528, con moltissime pitture rievocanti il miracolo della lievitazione dell'ostia. La chiesa è anche sede naturale dell'arciconfraternita dello Spirito Santo.
Leggi tutto...
 

Luci ed ombre a Torino (XLI parte)

E-mail Stampa PDF
Alastor MoodyRaggiungo casa Broglia, in via Porta Palatina angolo via Tasso con via IV marzo. Tale angolo dell'edificio, dove mi soffermo, era anche noto come "cantone delle grida", poiché era qui che il banditore oltreché affiggere i bandi, li leggeva ad alta voce, ad uso dei molti analfabeti.
La Casa Broglia è anche nota anche come ex "Albergo Corona Grossa", è un edificio storico che rappresenta una delle poche testimonianze del periodo medioevale della città.
Leggi tutto...
 

Una giornata alla mostra d'arte: Tamara de Lempicka

E-mail Stampa PDF
Tamara de LempickaLa curiosità è tanta, sia per le recensioni lette, che per il mistero ed ambiguità che esprime la sua biografia.
Ed eccomi sul treno, in un assolato sabato di giugno, diretto a Torino a vedere la mostra dedicata a Tamara de Lempicka, di cui ho sentito tanto parlare.
Palazzo Chiablese che ospita la mostra è uno dei più bei palazzi della capitale subalpina, legato alla nobiltà sabauda e in questo scrigno d'arte hanno voluto creare una galleria in cui poter esporre le migliori opere d'arte esistenti, come la mostra dedicata a Tamara Rosalia Gurwik-Gòrska de Lempicka.
Leggi tutto...
 

Luci ed ombre a Torino (XLIII parte)

E-mail Stampa PDF
George WeasleyGiungo in piazza Palazzo di Città, una volta denominata Piazza delle Erbe, cuore del capoluogo piemontese. Essa è collegata alla vicina piazza Corpus Domini ed è attraversata da via Milano, che si congiunge con via Garibaldi.
L'area urbana su cui sorge la piazza era già importante in epoca romana. Si ritiene, infatti, che coincida al forum dell'antica Julia Augusta Taurinorum, comprendendo anche la piazza Corpus Domini. Sorgeva, come consuetudine, in corrispondenza dell'incrocio del decumanus maximus (ovvero l'attuale via Garibaldi) e del cardo maximus (l'attuale via Porta Palatina).
Leggi tutto...
 

Il mio Piemonte: Mergozzo

E-mail Stampa PDF
mergozzoUna delle poche giornate di svago che mi concedo in questa torrida estate è una passeggiata in un piccolo borgo affacciato su uno splendido lago. Tante volte è stato il luogo di una fuga alla ricerca di relax; le sue stradine possono raccontare tante piccole storie vissute nei miei brevi soggiorni. Storie allegre, spensierati momenti con cari amici e conoscenti, ma anche momenti di tristezza e di angoscia.
Ma amo ricordare il bello della vita e i momenti più tristi perché comunque qualcosa mi hanno insegnato.
Leggi tutto...
 

La terra degli dei (III parte)

E-mail Stampa PDF
greciaSul nostro percorso abbiamo modo di fermarci a visitare l'abitato di Katakolo, un piccolo villaggio di pescatori con un moderno porto che permette ai visitatori di recarsi al sito archeologico di Olimpia.
La visita è breve e suggestiva, come breve e suggestiva la sosta effettuata a Pyrgos, una cittadina situata nell'entroterra, al centro di una fertile area collinare e di pianura, situato nella periferia della Grecia occidentale.
Raggiungiamo Olimpia, antica città della Grecia dove si svolgevano i giochi "olimpici" ma anche luogo di culto di grande importanza, come testimoniano i resti di antichi templi, dei teatri e dei vari monumenti e statue, venuti alla luce con gli scavi archeologici.
Leggi tutto...
 

Incontri ravvicinati al liceo

E-mail Stampa PDF
liceoLa mattinata inizia con un incontro con studenti delle scuole superiori della mia città, un'attività consuetudinaria ma sempre divertente ed appagante. Mi diverte incontrare gente nuova e soprattutto se sono giovani scoprire le loro mode e tendenze che diventano subito manie in questa epoca di globalizzazione dell'informazione.
Ci sono incontri caciarosi e incontri invece quasi silenziosi, sempre comunque interessanti, sia per chi come me deve relazionare che chi deve "subirmi".
Mi diverte vedere come cambia il modo di vestirsi, pettinarsi e truccarsi, come cambiano i metodi di apprendimento e come si appassionano ad una materia di studio, ma anche quali sono le cose che fanno tendenza.
Leggi tutto...
 


Pagina 11 di 25